Menu Chiudi

Blog

Un fuoriclasse nel team di Laila: benvenuto nel team a Ciro Fiorillo

Ciro Fiorillo

Laila, il chatbot dal cuore umano, dà il benvenuto in squadra a Ciro Fiorillo, imprenditore, informatico, blogger e autore di un libro, sarà il nuovo responsabile di ricerca e sviluppo di Mazer Srl.

Un’esperienza di 20 anni nel settore informatico per Ciro Fiorillo, il nuovo responsabile di ricerca e sviluppo di Mazer srl. Nella sua lunga carriera ha ricoperto vari ruoli, dal programmatore al direttore tecnico, è stato giornalista per riviste online di informatica e autore di un libro, 80 “ricette” per aiutare i principianti con le applicazioni sul database di Oracle: «Sono molto contento di mettere la mia esperienza a servizio di Laila», racconta Ciro.

In questo articolo raccontiamo, attraverso le sue parole, quale sarà il suo ruolo in Laila e perché ha scelto di aderire al nostro progetto.

lailatech

Ciro e l’importanza dell’integrazione

Sono tante le esperienze di Ciro in tanti ambiti dell’informatica che non basta un articolo a raccontarle. Programmatore, manager e poi anche imprenditore (ha fondato PianetaSoft srl), racconta qual è il valore che porterà nel progetto:

«Come responsabile di ricerca e sviluppo, cercherò di portare all’interno del team le mie conoscenze nelle fasi di industrializzazione del prodotto. Aiuterò la squadra a rendere Laila sempre più appetibile per i clienti, puntando sull’aspetto dell’integrazione».

Proprio integrazione è una parola chiave per portare una tecnologia al successo: «Il primo step è lavorare per favorire sempre di più l’integrazione di Laila con altre piattaforme: ecommerce, siti web, e altri canali più utilizzati dai nostri clienti».

Una storia d’amicizia

Ciro ci racconta come è approdato in Laila. A parlargli del progetto per la prima volta è stato un amico e un suo ex collega in due sue aziende, Gianfranco Fedele, oggi CTO di Laila: «La prima volta che Gianfranco mi ha parlato di Laila eravamo ad un evento insieme e il chatbot era solo un’idea allora nella sua testa e in quella dell’altro fondatore, Carmine Pappagallo».

Poi i due amici si sono risentiti un anno dopo per riparlare proprio del chatbot dal cuore umano: «Ho notato che dopo un anno quella che era solo un’idea, era diventato un progetto strutturato con grandi ambizioni. Quando Gianfranco mi ha chiesto di entrare nel team non ho avuto dubbi. Il ruolo in Laila mi stimolava ed ero contento dopo tanti anni di tornare a lavorare con un amico con cui ho sempre amato confrontarmi».

Chatbot Laila

La value proposition del chatbot Laila

«Il valore in più di Laila? È l’unicità con cui si presenta sul mercato dei chatbot. Grazie alla sentiment analysis, Laila sa comprendere le intenzioni degli utenti e offre delle risposte e delle soluzioni quasi come farebbe un essere umano. Un funzionamento che lo distingue da altri chatbot che quando usati evidenziano i loro limiti: agli utenti è ben chiaro di parlare con un bot, programmato per rispondere solo ad alcune domande».

Ciro oggi ha un grande lavoro davanti e lo accogliamo nel nostro team: «L’esperienza lunga di Ciro nel settore informatico e la sua grande conoscenza del mercato IT ci consentiranno di fare un grande salto in avanti e raggiungere in meno tempi i tanti traguardi che ci siamo prefissi di raggiungere entro i prossimi anni», spiegano Gianfranco e Carmine, i cofounder di Laila.

Vuoi sapere di più su cosa Laila e il suo team possono fare per la tua azienda? Clicca qui —>>> httpw://www.laila.tech/soluzioni/

Collaborazioni

SSI001605 – CUP: C26G18000010008 – AXIS III Investment priority 3rd Action 3.5.1