Menu Chiudi

Blog

Guide turistiche personalizzate e tutti i benefici dei chatbot nel travel

chatbot online

I chatbot sono la nuova grande rivoluzione nel settore travel. Facilitano la pianificazione e la prenotazione del viaggio e diventano assistenti personalizzati sempre a disposizione dei viaggiatori.

Prima le agenzie di viaggio online che hanno rimpiazzato in gran parte le agenzie tradizionali, poi la possibilità di prenotare un volo stando da casa e oggi quella di poter fare il check in, direttamente stando a casa propria.

Il settore del travel è uno di quelli più colpiti dalla trasformazione digitale in questi ultimi anni. La rivoluzione non è, tuttavia, finita e prosegue grazie ai chatbot che migliorano la vita delle aziende coinvolte nel comparto e dei viaggiatori.

Ecco quali sono i quattro benefici che i chatbot apporteranno nel mondo dei viaggi.

LEGGI ANCHE: Chatbot nella finanza: 5 usi possibili

Mai stato così facile pianificare un viaggio

I viaggiatori lo sanno quanto possa essere difficile oggi pianificare un viaggio. Per ogni aspetto della pianificazione, è necessario fare chiamate, email. incontri, con le agenzie e con i tour operator, per assicurarsi che tutto vada nella giusta direzione.

I chatbot sono la soluzione che semplifica la vita al viaggiatore e all’azienda. Adottarne uno per un’agenzia, come per un tour operator, o una struttura ricettiva, significa gestire in modo più veloce ed efficiente le tantissime domande che i clienti chiedono ogni giorno, per placare “le loro ansie pre-viaggio”.

Un chatbot può gestire le domande di routine, dando l’opportunità al personale di concentrarsi sulla risoluzione di quelle problematiche che richiedono più energia e fatica.

Assistenti personali e guide turistiche

Una delle caratteristiche che rendono i chatbot così apprezzati dalle aziende è la loro capacità di lavorare in autonomia per 24 ore al giorno e 7 giorni su 7. Questa abilità è ancora più richiesta nell’ambito del travel, dove i consumatori hanno bisogno di trovare una soluzione rapida ai loro problemi.

Grazie poi al NLP (natural language processing), i chatbot sono poi programmati per comprendere le ricerche dei clienti, analizzando le loro parole chiave e pertanto di fungere da “assistenti personali”. I chatbot personalizzano al massimo l’offerta dell’azienda e aumentano la fidelizzazione e il coinvolgimento degli utenti, soprattutto se paragonate a forme più statiche di relazione, come le email.

La personalizzazione diventa fondamentale anche durante il viaggio, con i chatbot che possono diventare delle guide turistiche in grado di fornire informazioni su hotel, ristoranti e altre attrazioni della città in cui si trovano.

travel

Un tesoro di personal data

I chatbot offrono, inoltre, la possibilità alle aziende che li usano di raccogliere dati sui clienti: dagli acquisti che effettuano, al tipo di esperienze che cercano, fino ai feedback positivi (o negativi) che hanno rilasciato.

Questa mole di dati può essere un vero tesoro, se sfruttata nel modo giusto. Le aziende, sulla base dei dati raccolti dai chatbot, potrebbero personalizzare al massimo la loro offerta, promuovendo un itinerario che si adatta perfettamente ai gusti dei clienti e, attraverso algoritmi di intelligenza artificiale, prevedere anche il loro comportamento futuro.

Revenue e risparmio grazie ai chatbot

Se sommiamo i tre aspetti che abbiamo indicato nei punti precedenti – l’aumento dei contatti, una maggiore fidelizzazione e personalizzazione dell’offerta – arriviamo al quarto e più importante vantaggio che i chabot apportano nell’industria del turismo, e per estensione in tutti gli ambiti in cui operano.

La crescita delle revenue e la riduzione dei costi Secondo studi di Chatbot Journal, i chatbot riescono ad automatizzare le operazioni di un’azienda nel customer care fino all’80%, di aumentare le revenue, abbassando i costi delle attività di servizio clienti:

“I costi per chat di un chatbot sono un ventesimo di quelli per un operatore umano”, secondo il caso di studio di GRT Hotels & Resorts, una catena alberghiera indiana.

Solo nella prima settimana di introduzione dei chatbot, ha guadagnato 3mila euro in più!

Vuoi conoscere tutto sui chatbot? Leggi la nostra guida in otto punti.

Collaborazioni

SSI001605 – CUP: C26G18000010008 – AXIS III Investment priority 3rd Action 3.5.1